Multilingual Folk Tale Database


Information

Author: Francesco Mango - 1890

Translated into Italian

Original title (Sardinian):
Is dus fraris

Country of origin: Italy

Translations

Italian - aligned


Add a translation

I due fratelli

Francesco Mango

Una volta c’erano due fratelli, uno povero e uno ricco; il povero teneva tanti figli, e il ricco nemmeno uno. Un giorno il povero aveva mandato un figlio dal fratello ricco, e gli aveva mandato a dire: che gli mandasse un paio di pani, perché stavano morendo della fame. Il fratello gli manda a dire che andasse in Noramalas. «Bene, bene», aveva detto; chiama la moglie e le dice: – «Moglie mia, fammi un poco di pane che vado a cercare Noramalas». La moglie gli fa il pane, glielo mette dentro il sacco, e parte; come camminava, incontra un uomo vecchio; questo era Gesù Cristo, e gli disse: – «Dove vai, figlio mio?» – «Sono andando a cercare Noramalas dove mi ha mandato mio fratello». – «Sèguita ad andare che l’incontrerai». E sèguita a camminare; come camminava, incontra una donna vecchia, e gli disse: – «Dove vai, figlio mio?» – «Vado a cercare Noramalas». – «Ascolta, tu sèguita ad andare fino a quel portone rosso; quando sei arrivato, picchia alla porta, vedi che uscirà da una finestra una donna brutta, con i denti di marrone, e ti domanderà: Bella sono? Tu devi rispondere: bella come un sole; allora ne uscirà un’altra brutta più di quella; tu rispondi: bella come la luna, vedrai che cosa ti farà trovare! e ti daranno qualche cosa». – «Sì, sì», risponde quell’uomo. Sèguita a camminare, ecco che incomincia a vedere un portone rosso. «Bene», disse, «dev’essere questo, perché rosso non c’è altro». Arriva e picchia, ecco che esce quella donna con i denti come marrone, e gli dice: – «Bella sono?» – «Bella come un sole», ed entra; esce l’altra, più brutta ancora della prima, e gli domanda: – «Bella sono?» – «Bella come la luna». – «Entra, entra», gli dicono quelle donne; ed entra. Pigliano e gli dànno una bacchetta, e gli dicono: – «Tieni questa bacchetta, quando hai bisogno, batti questa, e ti esce tutto quello che vuoi». Esso contento si congeda, e se ne va. Quando era a metà della strada, aveva finito tutto il pane, e teneva fame, batte la bacchetta, e gli esce una tavola dove c’era di tutto; mangia, e quando aveva finito, torna a battere la bacchetta, e sparisce tutto. Va a casa contento; subito la moglie, i figli sono intorno a lui, aspettando che avesse portato roba da mangiare. «Bene, sedetevi»; batte la bacchetta, e gli esce di nuovo una tavola, ma una tavola dove c’era di tutto; dopo che avevano mangiato, torna a battere la bacchetta, e le comanda che avesse fatto uscire una camera piena di danaro, ed esce una camera piena di danaro. Manda uno de’ figli dal fratello, e gli manda a dire: che facesse il piacere di lasciargli l’imbuto, che gli bisognava per misurare grano. Meno male che glielo lascia, e misura tutto il danaro. Quando aveva finito, glielo restituì. Guarda l’imbuto il fratello, quando vede in fondo un marengo. «Come!», aveva detto tra sé, «mio fratello è povero, ha mandato qui per un paio di pani, ché stavano morendo della fame, e ora vedo un marengo nel fondo dell’imbuto». Si veste e ci va, quando vede una camera piena di danaro. «E come hai potuto fare tutto questo danaro?», gli disse il fratello. «E non mi hai mandato in Noramalas? io sono andato a cercarla, e l’ho incontrata». – «Ci voglio andare io pure», aveva detto il fratello ricco; e così fu; si fa fare il pane e va; quando era a metà del cammino, incontra quell’uomo vecchio che era Gesù Cristo, e gli domanda: – «Dove vai, figlio mio?» – «Dove voglio», rispose lui. «Va, va». E sèguita ad andare, incontra quella donna vecchia, che era la Madonna, e gli domanda: – «Dove vai?» – «Oh!» risponde quello, «una noia siete, dove voglio, vado». «Va, va»; e sèguita ad andare. E arriva a quel portone rosso, picchia, ed esce quella donna con i denti di marrone, e gli domanda: «Bella sono?» – «Brutta come il demonio», ed entra; esce l’altra e gli domanda: «Bella sono?» – «Brutta come la tentazione, entra che non ti posso guardare»; ed entra, apre la porta, e lo fa entrare, e gli dà una bacchetta. Lui era tutto contento; però gli dissero che l’avesse battuta quando era in casa. Appena entrò in casa, batte la bacchetta, ed escono tante fruste le quali incominciano a battere lui; e la moglie allora aveva mandato ad avvisare il fratello; e il fratello vedendolo così, ne sentì compassione, e gli diede una porzione de’ beni suoi.